Home » Progetti » Progetti 2012 » INDICI DELLA FAME

 
 

INDICI DELLA FAME

 
 

Gli ultimi eventi — siccità, corsa globale agli investimenti in terreni
agricoli, fluttuazione dei prezzi dell’energia e shock nelle forniture
energetiche – mettono in evidenza la scarsità di risorse da cui dipendiamo
per garantire l’approvvigionamento alimentare mondiale. Diventa
sempre più chiaro che sfamare in modo sostenibile 9 miliardi di persone
– la popolazionemondiale prevista nel 2050 – che consumeranno al
tasso di 12 miliardi di persone, se esse raggiungeranno l’attuale livello
di consumi dei Paesi industrializzati, richiederà un approccio molto più
attento e integrato all’uso del suolo, dell’energia e dell’acqua rispetto a
quello attuale.
È una priorità assoluta iniziare da subito a produrre più cibo utilizzando
meno risorse e usare la produzione agricola in maniera più efficiente.
Ma dobbiamo anche affrontare il fatto che decenni di sforzi e di
retorica non sono finora riusciti a sradicare la fame. L’Indice Globale della
Fame 2012, pubblicato congiuntamente da International Food Policy
Research Institute (IFPRI), Concern Worldwide e Welthungerhilfe, evidenzia
come i progressi nella riduzione della percentuale di persone vittime
della fame siano stati tragicamente lenti.

Comments are closed

Sorry, but you cannot leave a comment for this post.